Pagine

International Nomenclature of Cosmetic Ingredients: INCI

International Nomenclature of Cosmetic Ingredients è l'acronimo di INCI,ossia l'elenco degli ingredienti contenuti in un prodotto cosmetico che si legge sull'etichetta.
Quando si aquista un cosmetico è importante controllare che non contenga sostanze dannose,infatti il prezzo di un prodotto non sempre equivale alla qualità .

Per decifrare l'INCI è fondamentale conoscere alcune informazioni:

1)l'elenco degli ingredienti viene scritto in ordine decrescente di peso al momento dell'incorporazione, cioè gli ingredienti che compaiono all'inizio della lista sono quelli presenti in maggiori quantità.

2)gli ingredienti di origine vegetale che non hanno subito processi chimici sono indicati col loro nome botanico latino seguiti da un termine inglese che indica quale parte ne è stata utilizzata.

3)le sostanze che hanno subito un intervento chimico ,presentano un nome inglese.

Per controllare che un prodotto non contenga sostanze dannose potete controllare la nocività di tutti gli ingredienti su i siti apposta, il più usato è sicuramente biodizionario.

Tra gli ingredienti più dannosi e anche più utilizzati nelle creme troviamo: paraffinum liquidum, petrolatum,vaselina,mineral oil isopropyl myristate, isopropyl palmitate.

Da evitare sono anche i siliconi, che sono molto usati ,perchè danno l'illusione di idratare la pelle e renderla setosa,ma in realtà non vengono assorbiti in alcun modo dalla pelle per cui non idratano affatto. Se sono presenti in piccole quantità (fino al 2 %) sono tollerabili,perchè la loro presenza migliora le performance delle formulazioni cosmetiche,mentre in quantità elevate non sono dermoconpatibili.

I prodotti di make up possono essere potenzialmente pericolosi perchè:

1)Il mascara: è da considerare un prodotto a rischio, tanto per gli ingredienti quanto per la zona di applicazione. Il colore scuro può comportare la presenza concentrazioni importanti di metalli pesanti. Contiene acqua, quindi sarebbe potenzialmente contaminabile, perciò è ricco di conservanti. Contiene anche profumo. Vista l’applicazione in una delle due zone più sensibili del viso, può essere facilmente causa di dermatiti.

2)Fard, terre e fondotinta compatti: possono contenere elevate quantità di metalli pesanti. Per proteggere la pelle potrebbe essere conveniente scegliere prodotti che contengano antiossidanti.

3)Fondotinta fluidi: generalmente contengono concentrazioni minori di pigmenti rispetto ai fondotinta compatti, ma, considerata la ricchezza di acqua, è necessaria una maggiore presenza di conservanti. Possono contenere antiossidanti (meglio) e ingredienti con protezione UV (da indicare in etichetta).

4)Rossetti e lucida-labbra: considerato il numero elevato di tonalità di colore disponibili, possono essere soggetti a rilevanti contaminazioni da metalli.

5)Matite contorno occhi e labbra: presentano concentrazioni elevate di ossidi di ferro per ottenere le diverse colorazioni. In genere i colori scuri sono più a rischio. Non sono presenti conservanti, ma possono contenere fragranze (alcune possono essere allergizzanti).

6)Ombretti: presentano una maggiore concentrazione di conservanti rispetto alle matite, ma non si discostano molto nel resto della composizione.

Molte delle informazioni contenute in questo post le ho ricavate dal manuale "Clio Beauty care" e dal sito della Regione Piemonte

Spero di aver chiarito meglio l'argomento INCI, che è piuttosto complicato,ma è davvero importante conoscere!
Per qualsiasi domanda o approfondimento scrivetemi pure!!

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • RSS

0 commenti:

Posta un commento